Introduzione



La fotografia aerea con aquiloni (Kite Aerial Photography) è quella tecnica che permette di realizzare foto aeree da altezze variabili tra i pochi metri e le centinaia di metri, sollevando, la macchina fotografica per mezzo di un aquilone.
Questa tecnica è stata inventata nel 1886 da un signore Francese di nome Arthur Batut, il quale realizzò una fotografia aerea su lastra della sua abitazione "En Laure".
Dopo quella prima fotografia, l'evoluzione dei sistemi e della tecnica, si è evoluta assieme all'evoluzione dei sistemi fotografici, sino ad avere un utilizzo della foto aerea con aquiloni anche in campo militare.
Abbiamo un massiccio utilizzo di KAP per uso militare tra il 1890 e 1903, dopo questa data, è nato l'aeroplano che ha sostituito tutti i sistemi di ripresa aerea e di sollevamento degli osservatori.
L'avvento dell'aviazione, ha fatto scomparire quasi del tutto l'attività di KAP, se non con sporadici tentativi a solo scopo di piacere personale di chi li eseguiva. Si giunge brevemente agli anni 1970, anni in cui riprende attività l' aquilone inteso come hobby, e con lui i nuovi tentativi di KAP.
La crescita sarà più rapida e migliore, in quanto, le macchine fotografiche e i radiocomandi per modellismo permetteranno di costruire sistemi sempre più piccoli ed affidabili.
Arriviamo ai giorni nostri dove la KAP è consolidata in molte nazioni del mondo, si svolgono manifestazioni specifiche e le tecniche si sono affinate a tal punto, da cominciare a considerare la KAP un'arte.
Maggiori informazioni storiche sono presenti alla sezione KAP history.

Come si realizza la KAP
Gli strumenti necessari per fare foto aerea sono due:

1. Aquilone che permette di sollevare il sistema fotografico utilizzato
2. Sistema fotografico di tipo semplice o radiocontrollato.

L'aquilone può essere di vario tipo, da quello a forma di delta (triangolare) sino ai più complessi aquiloni con forma a scatola o di tipo gonfiabile. La scelta sul tipo è in funzione delle proprie capacità di costruzione oppure in base alle preferenze nel tipo di volo. I delta sono facili da costruire e veloci da montare quando si vuole fare foto, gli aquiloni a scatola sono molto stabili in condizioni di vento a raffiche, ma leggermente più complessi da montare. L'aquilone deve essere corredato da un adeguato filo di ritenuta che non sia troppo sottile, per evitare tagli alle mani, e che non sia troppo grosso da avere troppa resistenza al vento. Un buon compromesso è un filo di 2 millimetri con una resistenza di 70 Kg.
Il sistema fotografico è composta da una macchina fotografica che può essere di tipo usa e getta, per i primi esperimenti, oppure, di tipo compatto o reflex per ottenere dei risultati migliori. La macchina fotografica è montata su una struttura che si chiama culla, la culla va costruita in modo adeguato alla macchina fotografica che deve contenere. La culla più semplice da realizzare è una struttura che contenga la macchina ed un sistema di scatto attivato per mezzo di un timer da cucina, un palloncino che si sgonfia o tutto ciò che la fantasia vi suggerisce.

per materiale, culle e aquiloni

Foreword



The Kite Aerial Photography is a technique that allows to realize aerial photos from variable heights between few meters to hundreds meters, raising, the camera by means of a kite. This technique has been invented in the 1886 from a French gentleman of name Arthur Batut.
Batut realized one aerial photo of its house " En Laure ". After that first photography, the evolution of the systems and the technique, is evolved together to the evolution of the photographic systems, until to having uses of the kite aerial photo winds also in military activity.
We have a massive use of KAP for military between the years 1890 and 1903, after this date, are been born the airplane that has replaced all the systems of resumption aerial and the systems to raising of the observatories. The advent of aviation, has made to disappear nearly of the all activity of KAP, if with sporadic attempts only scope of does not appeal to staff of who executed them. It is reached quickly the years 1970, years in which the kite meant like hobby resumes activity, and with It the new attempts of KAP. The increase will be faster and better, in how much, the cameras and the remote control for model will allow to construct more and more small and reliable systems. We arrive to the days ours where the KAP is consolidated in many nations of the world, specific manifestations are carried out and the techniques have been affinate to such point, to begin to consider the KAP an art.
More historical information are present to section KAP history.

How you can make aerial photos

The instruments necessary in order to make photo aerial are two:

A kite that allows to raise the photographic system
A photographic System simple or equipped with radio.

The kite can be of different type, from delta (triangular) until to most complex kite with shape to box or of inflatable type. The choice on the type is in function of the own abilities to construction or in base to the preferences in the type of flight. The delta is easy to construct and fast to mount when photo is wanted to be made, the north winds to box is much stable in conditions of wind to squalls, but leggermente more complexes to mount. The north wind must be equipped from an adapted wire of deduction that is not too much thin, in order to avoid cuts to the hands, and that it is not too much large to have too much resistance to the wind. A good compromise is a wire of 2 millimeters with one resistance of 70 Kg. The photographic system is composed from a camera that can be of type uses and throws, for the first experiments, or, of compact type or reflex in order to obtain of the better result. The camera is mounted on a structure that calls cradle or ring, the ring goes constructed in adapted way to the camera that must contain. The cradle simpler to realize is a structure that the machine contains and a suddenly activated system for means of a kitechen timer, a balloon that is deflated or all that that the fantasy suggests to you.

For materials, rigs and kites